Ciao a tutti ,

mi chiamo Sara ho 38 anni e vivo in Toscana a Lucca. Sono moglie di Fabio e mamma di Filippo di 7 anni. Questo e’ il mio primo blog e data la mia totale negazione per l’informatica .. riuscire a scrivere questo articolo e’ già’ un successo. Quindi vi chiedo scusa fin da adesso se in questa fase iniziale  non sarà tutto in ordine..dovrete avere pazienza.

In realtà’ nonostante le mie difficoltà’ era da tempo che avevo voglia di costruire un mio contenitore di idee, ricette, consigli, suggerimenti riguardante il cibo con un occhio anche ai viaggi e lifestyle e finalmente mi sono convinta e buttata in questa avventura!!

vorrei un blog molto vivo e partecipato e per questo avrò’ bisogno del sostegno di tutti voi e delle vostre domande e richieste!!

PARTIAMOOOO CHE L’AVVENTURA ABBIA INIZO E BUON APPETIT A TUTTI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cosa c’e’ di più bello dell’Amore !! dovremmo imparare a celebrarlo sempre, ogni giorno e non solo il 14 di febbraio ma ogni giorno. Detto questo oggi entriamo direttamente nel mese dell”amore e nei prossimi giorni le vetrine dei negozi si tingeranno di rosso, le cartolerie saranno un tripudio di palloncini e cartoline amorose e persino i supermercati si adegueranno e confezioneranno dei prodotti per l’occasione.

Un modo per dimostrare l’amore e’ sicuramente quello di cucinare per le persone che amiamo …e molte di noi lo fanno quotidianamente ma San Valentino e’ un occasione in piu per viziare il nostro partner.

Credetemi se vi dico che le persone apprezzano tantissimo una tavola ben apparecchiata e con piatti preparati direttamente da voi e fatti in casa.

Ma niente panico c’e’ tutto il tempo per organizzare e imparare nuove ricette…. senno io che ci sto a fare !!!

Sapete che amo proporvi ricette veloci e facili ma di grande impatto visivo e di gusto. Quindi oggi partiremo dal Pane …un CUORE DI PANE AL FARRO.

E’ una ricetta che fara’ innamorare chiunque si sederà alla vostra tavola e una volta imparata potrete tranquillamente rifarla anche in altre occasioni come l’anniversario o il compleanno.

Allora mani in pasta !!! Iniziamo da impastare !!

PREPARAZIONE : 3 ORE LIEVITAZIONE + 20 MINUTI DI COTTURA 
DIFFICOLTA': FACILE 

INGREDIENTI

  • 400 GR FARINA DI FARRO
  • 50 GR DI FARINA MANITOBA
  • 35 GR DI LIEVITO NATURALE SECCO
  • 10 GR DI ZUCCHERO
  • 300 ML DI ACQUA
  • 15 GR DI SALE

PROCEDIMENTO

In un recipiente mettete le farine, lo zucchero e il lievito e amalgamate con le mani.

Versate l’acqua poco per volta e iniziate ad impastare dentro il recipiente, quando l’acqua sarà completamente assorbita, versate l’impasto su un piano di lavoro infarinato ed impastate fino a formare un panetto liscio.

infarinate un recipiente di vetro e mettete dentro il panetto, comprendolo con un canovaccio.

Lasciate lievitare per due ore circa, fino a che il suo volume raddoppierà

Trascorso il tempo, riprendete il panetto. Infarinate di nuovo il piano di lavoro e fate un filone con la pasta.

Adesso tagliate dei pezzetti di uguale dimensione e ricavate da ciascun pezzo delle pagnotte.

Adagiate ciascuna pagnotta in una teglia rivestita di carta da forno . Fate una forma a cuore.

Incidete sopra ciascuna pagnotta con due tagli a croce e mettete sopra un po di semi di girasole e di chia.

Lasciate lievitare per 50 minuti e poi infornate a forno statico a 200 gradi per 20/30 minuti circa.

Sfornate, portate in tavola e fate innamorate tutti quanti i vostri ospiti

Gli gnocchi. Un classico della cucina italiana, un classico delle nostre tavole e dei nostri pranzi della domenica.

E potevo io non parlarne?? assolutamente noo !!

Quindi eccomi qui a raccontarvi di questo meraviglioso primo piatto le cui origini risalgono a molti molti anni fa.

I nostri antenati li realizzavano con sola farina e acqua. Per trovare le patate nell’impasto bisognera’ aspettare il XIX secolo.

Gli gnocchi sono buoni con tutti i sughi e qualsiasi condimento ….e sopratutto in qualsiasi giorno della settimana !!!

La preparazione e’ semplice e veloce ma e’ importante seguire alcuni passaggi, quindi ….mani in pasta!!!

Date un occhiata anche agli GNOCCHI DI FARRO https://buonappetit.net/2018/04/17/gnocchi-di-farro/

PREPARAZIONE : 10 MINUTI 
DIFFICOLTA' : FACILE 

INGREDIENTI : dosi per 4 persone

  • 1 KG DI PATATE BIANCHE
  • 250 GR DI FARINA 00
  • SALE FINO Q.B

PROCEDIMENTO

Lavate bene le patate e mettetele dentro una grande pentola con abbondante acqua fredda. Portate a bollore l’acqua e fate cuocere le patate.

Quando saranno pronte, toglietele dall’acqua e pelatele. Adesso passatele allo schiacciapatate oppure schiacciatele con la forchetta.

Versate le patate su un piano di lavoro e aggiungete la farina, l’acqua e il sale. Impastate velocemente. dividete l’impasto in pezzetti di uguale dimensione. Ricavate da ciascuno pezzo dei bastoncini larghi circa 3 cm .

Tagliate i bastoncini in tocchetti uguali e passateli su una grattugia o aiutatevi con i rebbi di una forchetta per fare le classiche righe con il pollice invece fate la fossetta.

Infarinateli e cuoceteli in abbondante acqua saltala nel quale avrete versato un goccio d’olio Evo così che non si attacchino tra di loro.

Cuoceteli un po per volta e quando verranno a galla toglieteli con un mestolo forato.

I vostri gnocchi sono pronti per essere conditi come volete.

CONSIGLI

Impastate velocemente perche’ una lavorazione troppo lunga renderebbe l’impasto colloso e appiccicoso.

Usate solo patate bianche meglio se vecchie così che abbiamo perso un po di acqua. Se avete un orto e un contadino che li coltiva e’ il massimo.

Se avete una vaporiera usate quella per cuocere e lessare le patate perché in questo modo tireranno fuori l’acqua senza inglobarne altra di cottura.

Non aggiungete la farina pensando che sia poca perché’ fareste l’errore di trovarvi un impasto difficile da lavorare

Gli gnocchi andrebbero fatti, cotti e mangiate. Potete prepararli la mattina per la sera lasciandoli su un piano di lavoro infarinato.


Questa e’ una ricetta che amerete follemente per i seguenti motivi :

  • e’ velocissima da preparare
  • e’ perfetta per un aperitivo o un antipasto sfizioso
  • e’ buonissima e verra’ spolverata
  • nell’impasto non ci sono uova ne burro
  • potete farla con cio che avete in frigo

Vi ho convinti? Se ancora non sono riuscita a convincervi non mi resta che farvi vedere come si preparano ….sicuramente dopo avere letto aprirete il frigo e proverete a farle !!!

PREPARAZIONE : 10 MINUTI + 20 MINUTI DI COTTURA 

DIFFICOLTA : FACILE 

INGREDIENTI per 6 grandi sfoglie o 9 piccole sfoglie 

  • 1 ROTOLO DI PASTA SFOGLIA RETTANGOLARE
  • 2 PORRI
  • 25/30 GR DI SPECK TAGLIATO A PEZZETTI
  • 1 MOZZARELLA
  • SEMI DI CHIA
  • OLIO EVO
  • SALE Q.B
  • PANGRATTATO Q.B

PREPARAZIONE

Prima di tutto preparate i porri. Lavateli e puliteli. Tagliateli a rondelle.

Prendete una padella antiaderente con un filo d’olio Evo e mettete dentro i porri, lasciateli cuocere 5 minuti per ammorbidirli. Salate leggermente e quando saranno cotti spegnete.

Adesso stendete la pasta sfoglia e tagliatela a quadrati direttamente nella taglia da forno rivestita di carta da forno. Se avete un coppapasta quadrato potete utilizzare quello altrimenti sarà sufficiente un coltello.

Ripiegate i bordi dei vostri quadrati.

Spolverizzate con del pangrattato e mettete al centro di ogni quadrato un po di porri, lo speck e la mozzarella tagliata a piccoli pezzetti. Spolverizzare sopra con i semi di chia.

Infornate nel forno preriscaldato a 180 gradi in modalità statica per 10 minuti , dopo di che mettete in modalita’ forno ventilato e completate la cottura.

Quando la sfoglia sarà bella dorata significa che le sfoglie sono pronte.

Servite tiepide.

CONSIGLI

Potete sostituire i porri con le zucchine, melanzane, pomodorini.

Nel caso di zucchine e melanzane il procedimento e’ lo stesso dei porri ovvero, vanno cotti in padella prima di inserirli dentro la sfoglia. Mentre i pomodorini possono essere inseriti direttamente a crudo.

Potete sostituire lo speck con prosciutto cotto o pancetta o fare una versione tutta vegetariana.

Anche la mozzarella può essere sostituita da altri formaggi.


Fare la pasta fresca e’ una delle cose che più amo. Credo che se avessi tempo la farei quasi ogni giorno….e’ rilassante e incredibilmente bello! Io lo considero un privilegio. Poter trascorrere le ore in cucina tra farine e impasti, ripieni e sughi!!! E’ uno spettacolo.

Apparte il mio amore spassionato per la pasta fresca fatta in casa, devo dirvi che questo impasto vi sorprenderà’ per leggerezza e gusto.

La forma che io ho dato e’ un maltagliato ma voi potete fare ciò che preferite, tagliatelle, lasagne , ravioli ecc. Diciamo che se avete poco tempo il maltagliato e’ sempre un ottima scelta perché’ e’ veloce da preparare e cuoce in pochissimi minuti.

Ho realizzato l’impasto utilizzando la farina di Kamut , acqua e un cucchiaio di olio EVO. Non ci sono uova e questo da sicuramente leggerezza al piatto.

Dovete sapere che Kamut non e’ il nome del cereale bensi’ il nome del marchio registrato nel 1990 da una società del Montana negli Stati Uniti che in questo modo ha assunto i diritti della coltivazione di grano Khorasan.

Il Grano khorasan è un cereale che appartiene alla famiglia delle Graminacee.

Il Kamut e’ uno dei cereali più completi e ricco di nutrienti. Contiene il 40% in più di proteine rispetto al comune frumento. Contiene carboidrati ed ha proprietà antiossidanti. E’ ricco di vitamina E e di selenio e contiene glutine quindi non e’ adatto a chi soffre di celiachia.

Fare la pasta fresca al Kamut e’ veramente semplice, e seguendo i consigli che vi metto sotto, sarà’ un gioco da ragazzi !!

Vi consiglio di prepararla perche’ e’ un ottima alternativa alla pasta fresca realizzata con farina 00 e vi ricordo che Non contiene UOVA

Date un occhiata anche alle altre preparazioni di pasta fresca ovvero : Ravioli di ricotta e noci, Ravioli di patate e pasta fresca alla barbabietola.

https://buonappetit.net/2018/06/02/ravioli-ricotta-e-noci/
https://buonappetit.net/2018/06/02/ravioli-di-patate/
https://buonappetit.net/2018/05/07/pasta-fresca-alla-barbabietola/



PREPARAZIONE :15 MINUTI IMPASTO + 20 MINUTI DI RIPOSO
COTTURA : 5 MINUTI 
DIFFICOLTA : FACILE 
RICETTA : - LIGHT 
- NO UOVA


INGREDIENTI 

  • 330 gr farina al Kamut
  • 200 ml di acqua a temperatura ambiente
  • un cucchiaio di olio EVO

PROCEDIMENTO 

Mettete la farina su un piano di lavoro , fate un buco nel centro e aggiungete poca acqua alla volta. Versate un po d’acqua ed impastate e così via fino al termine della dose di acqua. Aggiungete l’olio a filo e impastate bene fino a che otterrete un panetto morbido e liscio.

Quando avrete ottenuto il panetto morbido, infarinate bene una superficie e lasciate riposare la pasta coprendola con una ciotola di vetro per almeno 20 minuti.



Riprendete la pasta, sporcate con una goccia d’olio EVO e un po di farina di kamut il piano di lavoro. Stendete la pasta con l’aiuto di un mattarello. Dovrà essere stesa molto sottile. Se avete la macchina per stendere la pasta potete usare quella…sicuramente in questo modo sarà molto sottile.

Prendete la rondella con lama liscia. Tagliate la pasta realizzando i maltagliati e fateli riposare su un vassoio rivestito di carta da forno. Adagiate i maltagliati e spolverizzateli sopra con la farina di Kamut.

CONSIGLI

potete prepare la vostra pasta fresca in anticipo. Se la preparare il giorno prima o più giorni prima del suo utilizzo basterà’ congelarla ancora cruda e poi cuocerla direttamente in acqua bollente.

Lasciate riposare la vostra pasta, dopo averla tagliata della forma a voi preferita, e spolverizzata di farina. Tendera’ a seccare e questo vi aiuterà’ nella cottura.

Un trucco per quando si cuoce la pasta fresca e’ quello di aggiungere un cucchiaino di olio Evo nell’acqua bollente salata. Questo eviterà’ che la pasta si attacchi tra loro.

Condite a piacimento. Questo tipo di pasta e’ buona con tutto, dai classici sughi a condimenti più ricercati.

Questo e’ un dolce che profuma di semplicità’ e di casa. Un dolce rustico ma al tempo stesso delicato e leggero.

La farina ai 5 cereali li conferisce un aspetto rustico e casalingo, l’assenza di uova e burro gli dona leggerezza e gusto.

E’ un dolce in grado di soddisfare i gusti di tutta la famiglia, perfetto per colazione o per accompagnare il caffè del pomeriggio.

Il mio bambino ne va pazzo. Lui non ama i dolci con creme o cioccolato e preferisci le torte semplici come questa …e tra lui e mio marito e’ stato spolverato in 10 minuti !!! praticamente fatta e mangiata.

Vi consiglio di prepararla perche’ e’ un ottima alternativa alla classica torta di mele. Non contiene UOVA E NO BURRO …quindi super leggera !!




PREPARAZIONE :10 MINUTI
COTTURA : 40 MINUTI 
DIFFICOLTA : FACILE 
RICETTA : - LIGHT 
- NO UOVA
- NO BURRO

INGREDIENTI 

  • 200 gr farina ai 5 cereali
  • 180 gr di zucchero
  • 125 gr ( 1 vasetto ) di yogurt alla vaniglia
  • 80 gr di fecola di patate 
  • 230 gr latte intero 
  • 110 gr olio di semi
  • 1 bustina di lievito 
  • 1 mela

PROCEDIMENTO 

Prima di tutto dividete gli ingredienti secchi da quelli liquidi.

Setacciate la farina, la fecola e il lievito, insieme in un ampia ciotola. Aggiungete lo zucchero ed amalgamate tutti gli ingredienti anche con le mani. 

A questo punto versate a filo il latte, continuando a mescolare con una frusta per evitare la formazione di grumi e ad avere un composto liscio. 

Aggiungete l’olio di semi, sempre a filo e sempre continuando a mescolare e facendo amalgamare bene l’olio al composto.

infine aggiungete lo yogurt e continuate ad amalgamare. 

Adesso ungete e infarinate lo stampo per ciambella.

Sbucciate una mela e tagliatella a spicchi.

Versate il composto nello stampo e inserite dentro le mele a spicchi, tutte intorno ( come nella foto sotto)

Infornate per circa 40 minuti a forno statico a 180 gradi.

Vale sempre la prova dello stecchino.  Il ciambellano dovrà’ essere bello dorato in superficie.

A cottura ultimata, sfornate. Aspettate circa 20 minuti e poi estraete la torta dallo stampo lasciandola raffreddare su un piano di lavoro.  Servite la vostra ciambella con una spolverizzata di zucchero a velo e accompagnatela con della marmellata…e’ la fine del mondo.

CONSIGLI 

Vi consiglio di farcire il vostro ciambellone con della marmellata  o con della nutella…e’ la fine del mondo 

Il ciambellone e’ ottimo anche per merenda con un buon tea o caffè

Si conserva fino a 5 giorni, coperto e in un luogo asciutto.

Se non avete uno stampo a cerniera, dovrete capovolgerla direttamente sul vassoio di portata. 

Spolverizzate con dello zucchero a velo.. sarà’ ancora piu bello 

Se utilizzate uno yogurt naturale, aggiungete della vaniglia al vostro dolce o sella scorza di limone grattata. 

Questa e’ una di quelle ricette nate per caso e che sono una bomba!!

Avete in mente quelle giornate in cui hai voglia di fare qualcosa di buono ma senza impazzire dietro ai fornelli, in cui vuoi preparare un piatto veloce e sfizioso da consumare subito magari abbinandoci un bel caffè davanti alla tua serie Tv preferita.

Ecco!! in quel preciso stato d’animo sono nati questi squisiti dolcetti : i Mini Plumcake alle Mandorle.

Provateli perche’ sono leggeri e buonissimi sia per i figli (merenda) che per voi che avete voglia di dolce ma non volete sentirvi in colpa.

Io ho fatto dei Mini Plumcake e per farli ci vuole l’apposita teglia …tipo quella dei muffii ma con la forma allungata rettangolare. E dovete acquistare gli appositi pirottini di carta che rivestiranno i Plumcake.

Se voi non avete il necessario per fare i Mini Plumcakes potete utilizzare lo stampo classico e fare un Plumcake di dimensione normale….e’ lo stesso buonissimo.

INGREDIENTI - dosi per 6/8 mini plumcake 
  • 70 gr Farina Di Mandorle 
  • 100 Farina 00  
  • 60 ml Olio Di Semi
  • scorza di mezzo limone o aroma alla vaniglia
  • 90 gr Zucchero Di Canna
  • 2 Uova  
  • 50 ml Latte parzialmente scremato 
  • un cucchiaino di Lievito In Polvere
  • pirottini di carta monoporzione
PREPARAZIONE 

In una planetaria o in un recipiente mettete le uovo con lo zucchero di canna e iniziate ad amalgamare azionando le fruste. Aggiungete l’olio di semi a filo delicatamente. Aggiungete l’aroma di limone o vaniglia.

A questo punto aggiungete le farine precedentemente setacciate, al composto di zucchero e uova ed amalgamate bene. Aggiungete il latte a filo continuando a mescolare ed abbassando la velocità’. Quando il composto sarà bel omogeneo e senza grumi spegnete la planetaria o le fruste elettriche.

Adesso prendete i pirottini e metteteli nell’apposita teglia. Versate un po d’impasto in ciascun pirottino. Non dovrà essere completamente pieno ma solo un po oltre la meta’.

Infornate nel forno statico e già’ caldo a 180 gradi per 20 minuti circa. Fa fede la prova stecchino.

Una volta pronti, togliate dalla teglia e fate raffreddare leggermente. Spolverizzare con dello zucchero a velo e Buon Appetit !!

Lasciate i vostri commenti e provare a fare la ricetta !!

Miami e’ sole, palme, divertimento e spiagge infinite. E’ drink in spiaggia e fisici scolpiti alla Baywatch. Locali e oasi di pace. Miami e’ la città dai mille contrasti. Ed e’ quello che vuoi che lei sia. Puoi viverla low profile o goderti i lussi che e’ capace di offriti. Miami e’ tutto questo e molto altro.

E’ una località in grado di soddisfare gusti e target completamente differenti. E’ la meta ideale per una vacanza in famiglia e con bambini…ed assolutamente la location perfetta per una fuga tra amici o di coppie.

Prima di partire con il nostro viaggio virtuale e’ bene avere qualche informazione di base…giusto per partire informati :

  1. STAGIONE E CLIMA : il periodo migliore va ottobre a maggio, periodo in cui le temperature sono medie ( 25 gradi ) e il tasso di umidita’ e’ basso…quindi un clima ideale. Nei mesi estivi (giugno luglio agosto e settembre) il tasso di umidità e la temperatura raggiungono livelli molto alti ed e’ il periodo degli uragani e forti piogge
  2. AREA BEACH: le spiagge sono libere e controllate dai famosi Baywatch con le loro torrette colorate. Per “Spiagge libere” intendo che potete entrare da qualunque accesso sulla spiaggia e stendere il vostro telo o piantare il vostro ombrellone…nessuno vi dirà niente ed e’ sicuramente la scelta più economica. Così come potete decidere di affittare lettini e ombrellone. In questo caso i prezzi a Miami Beach ( south Beach) vanno dai 40 ai 60 dollari per un ombrellone con due lettini. Prezzi più economici si possono trovare allontanandosi da questa zona
  3. ARIA CONDIZIONATA : sempre e costantemente accesa e fortissima in ogni locale, ristorante, negozio, supermercato di Miami! Quindi cercate di avere sempre una maglia o una sciarpa in borsa per non rischiare di tornare in Italia con la polmonite !!
  4. NOLEGGIO AUTO : se volte muovervi in Florida ed essere indipendenti vi consiglio di noleggiare un auto all’aeroporto di Miami. L’auto e’ il modo migliore per visitare l’America. Potete prenotare già dall’Italia l’auto attraverso una delle tante compagnie di noleggio auto. Oppure recarvi al banco dei Rent Car quando arrivare all’aeroporto.
  5. TASSE E MANCIA : considerate che i prezzi sono al netto delle tasse, quindi per evitare spiacevoli sorprese chiedete sempre il prezzo comprensivo delle tasse che variano da prodotto alimentare a non alimentare. Inoltre un altro aspetto da tenere in considerazione quando ci si reca negli Stati Uniti e’ la mancia. Molti locali includono questo extra nello scontrino, altri lo comunicano a voce e va aggiunto al conto.
  6. DOVE DORMIRE : se volete muovervi a piedi o al massimo con un bus tra mare e locali/ shopping dovete scegliere una sistemazione in zona Miami Beach o South Beach. I prezzi si alzano notevolmente nel periodo tra fine novembre e dicembre…e in questo lasso di tempo il rapporto qualita’/ prezzo non e’ bilanciato e potreste ritrovarvi a pagare prezzi alti per un tre stelle di scarso livello. Diverso se vi recate a Miami in primavera ( aprile, maggio, giugno ). In questi mesi si trovano molte offerte vantaggiose e sistemazioni migliori. Naturalmente più vi allontanate da Miami Beach più offerte troverete. Potete decidere di optare per un hotel o un appartamento. C’e’ una ricca offerta di case e spesso e’ la scelta più conveniente e con un migliore rapporto qualità’- prezzo

Detto questo ecco per voi la mia speciale lista  delle 6 cose da fare a Miami

1 – MIAMI BEACH

Miami Beach

 Miami Beach non è altro che una striscia di terra tra la baia di Byscaine e l’oceano atlantico. 
Distese di spiagge bianche, palme, hotel e strutture Art Deco sono i simboli di Miami Beach. 
Qui si trova la Lincon Road, una lunga e grande via pedonale chiusa al traffico con negozi caffetterie, ristoranti e supermercati di vario genere. Una via perfetta per rilassarsi e fare shopping dopo una bella giornata di mare.


A sud di Miami Beach si trova l’area di South Beach con la famosa Ocean Drive una lunghissima passeggiata che costeggia la spiaggia piena di palme, campi da volley, attrezzatura sportive di vario genere e parchi giochi per i bambini. 

South Beach

Qui si trova appunto il Lummus Park  e la spiaggia principale di South Beach che si espande parallela ad Ocean Drive . Lungo la Ocean Drive si susseguono ristoranti, locali  e negozi di souvenir.

La sera si trasforma nella zona piu animata di Miami con gente di ogni tipo e razza. Se avete bambini potete giusto fare una passeggiata ma non è certo la zona piu rilassante dove fermarsi. 

Sempre in Ocean Drive potrete ammirare la casa di Gianni Versace “Villa Casuarina” dove il noto stilista perse la vita il 15 luglio 1997, ucciso dal folle Andrew Cunanan. Oggi la Villa è un ristorante con prezzi molto elevati.

 Amo molto questa zona di Miami ma la preferisco durante le ore diurne  perchè è ricca di vegetazione e di attivita’. Si possono noleggiare le biciclette o fare una bellissima passeggiata costeggiando la spiaggia, fermarsi al parco o fare una partita di beach volley sulla spiaggia.

2 – MIAMI TROLLEY

Un modo economico per visitare Miami  arrivando fino a Biscayne è il Miami Trolley . E’ un bus/tram turistico che gira la città con un percorso turistico. Si scende e sale quando si vuole ed è gratuito. Ci sono diversi percorsi e tante fermate in giro per la città. Trovate tutte le info shttp://www.miamigov.com/trolley/

3 – ISOLA DI KEY BISCAYNE

Vale la pena noleggiare l’auto e spostarsi da Miami Beach per raggiungere  l’isola di Key Biscayne. Luogo incantato con ville immense e viali alberati curati e perfetti che portano a spiagge meravigliose.

E’ la meta preferita delle famiglie che vogliono allontanarsi dalla più caotica Miami Beach.
  Una delle spiagge in cui vale la pena fare una sosta è Crandon Park Beach.  Circa 5 km di spiaggia bianca affiancata da un verde parco alberato, da un lato,  e acqua cristallina dall’altro. Ottima spiaggia per le famiglie con bambini grazie ai numerevoli servizi tra cui bagni , docce, spogliatoi,  campi da gioco e noleggio attrezzature per sport d’acqua.

L’sola di Key Biscayne

Proseguendo a sud di Key Biscayne si trova un altra area naturale il Cape Florida State Park con il faro del 1852. Cornice di questa spiaggia lo skyline di Miami. 
L’accesso al parco prevede il pagamento di una tariffa in base al veicolo. Anche qui troverete un piccolo ristorante e servizi igenici nonchè una grande area picnic .

4 – EVERGLADES NATIONAL PARK

Il meraviglioso Everglades National Park è a soli 30 minuti dal centro di Miami, ed è il luogo ideale e perfetto per fare un avventuroso safari alla ricerca di alligatori, rapaci e rettili. E’ un esperienza molto bella da fare anche con bambini e ragazzi al seguito.

Considerate che il  parco nazionale delle Everglades è un’ area naturale protetta degli Stati Uniti ed è riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’Unesco. E’ un parco tropicale visitabile attraverso delle imbarcazioni tipo motoscafi. 

Vi consiglio se site un gruppo di prenotare con anticipo l’escursione. 

Tutte le info : https://www.nps.gov/ever/index.htm

5 – MIAMI DOWNTOWN

Miami non e’ solo palme e spiagge. Ma e’ molto di più e potrebbe piacevolmente sorprendervi con la sua Arte e i suoi musei.

C’e’ un intero distretto definito Art Deco’ composto da diversi palazzi ed edifici in tipico stile Deco’ che inizia già da South Beach. Insegne con luci al neon , toni pastello, pavimenti e rivestimenti in ceramica e forme geometriche sono gli elementi distintiti di questo stile.

L’Art Deco’ nasce negli Stati Uniti intorno al 1920 ma e’ con la crisi economica del ’29 che trova la sua massima espressione.

Spostandoci verso il Downtown Miami si può trovare il Miami Art Museum o il Lynwood Art District una grandissima galleria a cielo aperto ricavata in una ex area industriale.


6 – FLORIDA KEYS

Le Florida Keys si raggiungono attraverso la Overseas Highway…una lunga e panoramica strada che collega Miami a questo meraviglioso arcipelago di isole che si distendono fra l’Oceano Atlantico e il Golfo del Messico.

Circa tre ore di macchina, 120 miglia. Tanto dista Miami con Key West  la punta delle Florida Keys. Un viaggio unico attraverso il Seven Mile Bridge, un ponte lungo quasi sette miglia che collega la Florida con le Isole Keys.

Key West, la punta delle Florida Keys e’ forse la città più colorate e viva di tutte le Keys. Duval Street e’ la strada principale di questa affascinante cittadina. Negozi, ristoranti, locali, pub si susseguono lungo questa via dal fascino coloniale e sofisticato. Musica dal vivo, casette colorate e negozi di souvenir misti a gallerie d’arte rendono questa piccola cittadina irresistibile.

A Key West dovete assolutamente fare queste cose :

  • godervi il tramonto del sole sulla banchina fronte oceano… uno dei migliori tramonti della vostra vita! Sperando nel buon tempo naturalmente
  • fermarvi a bere una birra in uno dei tanti pub con musica dal vivo che si trovano lungo la via principale ma se posso darvi una dritta andate dritti al Captain Tony’s Saloon .. un vecchio saloon del 1851 con pareti e soffitto completamente rivestito di dollari.
  • Assaggiare la Key Lime Pie …una deliziosa torta al lime incredibilmente buona. Lungo la Duval Street potrete trovare propria la Key Lime Pie Factory dove fermarvi per una super fetta.
  • La casa del celebre scrittore Ernest Hemingway si trova a Whitehead Street nel centro di Key West. Una bellissima casa coloniale circondata da palme e un grande portico. Oggi e’ un museo e merita una visita. tutte le info su https://www.hemingwayhome.com


FOOD E NIGHT LIFE A MIAMI

Ristoranti

Premetto che non amo mangiare italiano all’estero e chi mi segue da un po sa bene che difficilmente suggerisco questo tipo di ristorante. Il motivo e’ semplice … ho la fortuna di mangiare e cucinare italiano tutti i giorni e quando vado in qualche localita’ straniera mi piace sperimentare e provare cibi diverse, ma per Miami faro’ un eccezione e vi consigliero’ tre posti dove fermarvi per mangiare bene .. !!

Il primo posto che vi consiglio e’ Rosetta Bakery , una bakery italiana di alta qualità dove trovare prodotti da forno freschi preparati al momento. Panini fatti e farciti all’italiana e croissant e crostate squisite. Se andate la mattina troverete la coda fuori, all’ora di pranzo c’e’ meno affluenza. I prezzi non sono molto economici ma del resto siamo a Miami. https://www.rosettabakery.com

Pane e Vino e’ il secondo locale , un delizioso ristorante gestito da italiani che hanno saputo mantenere nel loro locale l’atmosfera tipica delle nostre trattorie. Piccolo, accogliente e di sapore. Frequentato da locali e’ famoso per la sua pasta fresca. https://www.paneevinomia.com/home

L’ultimo locale che vi suggerisco e’ un ristorante/ pizzeria in zona Miami Beach. Si chiama Pizzeria Fratelli La Bufala ed e’ a Miami dal 2005. E’ un ottima pizzeria. Musica italiana in sottofondo e un bancone a vista dove preparo la pizza. https://www.flbmiami.com

CLUB

Miami e’ sicuramente una città’ dove non ci si annoia mai …ne di giorno ne di notte. Ci sono locali per tutti i gusti e per tutte le tasche . Dai locali latino americani, ai club più esclusivi, ai rooftop alle discoteche per finire con i ristoranti più’ variegati.

Sicuramente la zona più cool e di moda di tutta Miami e South Beach. Le vie più affollate sono la Ocean Drive ricca di locali latini americani, la Lincon Road dove prevalgono i ristoranti e bar e la Washington Avenue con molti pub e locali.

A Miami molti hotel hanno al loro interno dei club bellissimi dove poter pranzare, cenare o degustare un aperitivo. Tra questi vi consiglio :

DISCOTECHE

Riguardo alle discoteche, sicuramente le più cool di Miami dove e’ possibile incontrare personaggi del mondo dello spettacolo e dj internazionali sono :

  • Liv: all’ interno dell’hotel Fontainebleau. Uno dei locali più belli di Miami con dj internazionali e bella gente
  • Nikki Beach : bellissimo club che merita una sosta dall’aperitivo al dopo cena.

Prima di avventurarvi nella movida di Miami pero e’ bene sapere che

  • le discoteche ( ingresso e/o bevute) sono abbastanza costosi. ma almeno una sera vale la pena provare.
  • che negli Stati Uniti i minori di 21 anni non possono accedere ai locali o bere alcolici  perciò’ ricordate di portarvi dietro sempre il documento d’identità ( passaporto) così da dimostrare la vostra vera eta’
  • che non si entra nei club con i pantaloni corti, maglietta a maniche corte o infradito.

A questo punto non vi resta che prenotare il primo volo e partire per il Sunshine State !!!! Miami vi aspetta !!!!

Date un occhiata anche agli altri articoli sulle altre città’ : PARIGI E NEW YORK sotto trovate i link

https://buonappetit.net/2018/06/25/new-york/

https://buonappetit.net/2018/10/13/parigi/

Ricetta :  Gluten Free 

I Waffles sono soffici cialde a forma di nido d’ape e rappresentano un alternativa perfetta ai classici e forse più conosciuti Pancakes.

Sono perfetti per colazione o un brunch , per una merenda o anche per una festa di compleanno…vi assicuro che i bambini li adoreranno.

Possono essere farciti ed accompagnati da cioccolata, nutella, marmellata, yogurt, frutta o sciroppo d’acero e miele.

Quello che io vi propongo e’ una ricetta più light rispetto all’originale. Ho utilizzato una farina di riso che e’ molto più leggera rispetto alla farina 00 e sopratutto e’ Gluten Free, ed il burro e’ stato sostituito con dell’olio di semi.

Questa versione dei Waffles piacere’ molto anche ai bambini …ho fatto il test con mio figlio di 8 anni !! Il mio critico gastronomico per eccellenza ed ho superato il test a pieni voti!! Li ha spolverati in 10 secondi !!

Perché grazie alla farina di riso si ottiene un impasto leggero e soffice. Per dare un pochino di sapore in più ho utilizzato il latte parzialmente scremato , ma se voi volete una versione ancora più leggera o siete intolleranti potete utilizzare o un latte specifico o semplice acqua.

Preparare i Waffles e’ molto semplice ma, bisogna essere in possesso di un apposito stampo. In commercio ce ne sono di tanti tipi e forme, scegliete quello che più vi piace e mettetevi all’opera !!! Vi innamorerete dei Waffles!!

Adesso leggete sotto la ricetta e provate!! per qualsiasi dubbio scrivetemi

INGREDIENTI 
  • 180 gr farina di riso
  • 1 uovo
  • 70 gr zucchero di canna
  • 70 gr di olio di semi
  • 60 gr di fecola di patate;
  • 1  cucchiaino di lievito
  • 100 ml di acqua oppure latte di riso o soia ( anche latte parzialmente scremato)
  • Burro q.b. per la piastra dei waffles.
  • yogurt greco per accompagnare i waffles
  • frutta fresca per accompagnare i waffles
PROCEDIMENTO

In una ciotola mettete l’uovo, lo zucchero, l’olio di semi ed amalgamate aiutandovi con una frusta. Aggiungete la fecola setacciata e la farina di riso ed aggiungete l’acqua o il latte e continuate ad amalgamare fino ad ottenere una pastella morbida.

Imburrate le piastre per waffle e contemporaneamente accendetela. Versate al centro della piastra un cucchiaio abbondante di impasto e lasciate cuocere per 3 minuti circa.

Con l’aiuto di una spatola togliete i waffle dalla piastra e adagiateli in un piatto.

Spolverizzate con dello zucchero a velo e servite con yogurt greco e frutta fresca

CONSIGLI 

I waffles sono buonissimi fatti e mangiati ma si possono comunque congelare già cotti.

Se volete potete preparare l’impasto in anticipo perche’ può essere conservato in frigo coperto con della pellicola fino ad un massimo di 12 ore.

L’Epifania tutte le feste si porta via e con un po di malinconia ricominciamo un nuovo anno, si torna al lavoro, a scuola e piano piano riprendiamo quelle abitudini lasciate durante le vacanze natalizie. Un modo per ripartire bene e’ sicuramente ristabilire un ordine a tavola, ripulendo il nostro organismo dagli eccessi delle festività’, imparare e cucinare nuove ricette sane come quella che vi propongo oggi ovvero  una sanissima VELLUTATA DI PORRI AI SEMI DI LINO, GIRASOLE E CHIA a cui andrò’ ad aggiungere un cucchiaio di  ACETO BALSAMICO DI MODENA I.G.P INVECCHIATO di @acetaiafini che donera’ alla vellutata grinta e sostanza.

Un cucchiaino di ACETO BALSAMICO DI MODENA I.G.P INVECCHIATO di @acetaiafini basta a trasformare una semplicissima crema di verdure in un piatto ricercato, gustoso e moderno senza alterare la leggerezza e cremosita’. 

Mangiare sano e’ possibile, mangiare sano con gusto e sapore e’ possibile grazie a @acetaiafini che con i suoi prodotti riesce a conferire personalità’ a ciascun piatto. 

Adesso scopriamo insieme tutti i passaggi per realizzare questa ricetta e andate ad acquistare una scorta di prodotti @acetaiafini diventeranno il vostro ingrediente magico.  

INGREDIENTI per 6 persone
  •   5 /6 Porri
  •   3 patate
  •   sale q.b
  •   pepe q.b
  •   olio extravergine d’oliva
  •  1 litro di brodo vegetale ( in sostituzione basterà 1 litro di acqua )
  • semi di lino
  •  semi di girasole
  •  semi di chia 
  • pane raffermo o crostini
  • 1 confezione di Aceto Balsamico di Modena I.G.P Invecchiato di @acetaiafini
PROCEDIMENTO 

Prima di tutto preparate le verdure che sono alla base della nostra vellulata, quindi pelate le patate e tagliatele a fette , pulite i porri e tagliateli a piccoli pezzi.

 Adesso prendete una padella abbastanza alta e  mettete un filo di l’olio extra vergine d’oliva aggiungete le patate tagliate e fette e lasciate rosolare per qualche minuto.

Adesso versate il brodo vegetale caldo, fino a copertura delle patate e lasciate cuocere coprendo per 10 minuti circa.

   Trascorso il tempo aggiungete il porro tagliato a dadini

Aggiungete ancora brodo,  coprire e lasciate cuocere fino a che le verdure non saranno morbide.

Ci vorranno circa 30 minuti. 

A cottura ultimata spegnete il fuoco, aggiungete il sale e pepe.

Prendete il  frullatore ad immersione e frullate tutto fino a rendere tutto liscio e vellutato. Se vedete che la crema risulta essere densa, aggiungete ancora un po di brodo o semplicemente acqua, fio ad ottenere un composto bello vellutato.

   Servite nel piatto di portata, aggiungete i semi di girasole i semi di chia e i semi di lino. Aggiungete qualche pezzetto di pane raffermo o crostini ed infine in tocco magico di questa ricetta : un cucchiaino di Aceto Balsamico di Modena I.G.P Invecchiato di @acetaiafini !! 

 Non mi resta che augurarvi Buon Appetit 

E’ una crema buonissima e perfetta per la farcitura di torte e cupcakes.

Puo’ essere aromatizzata ed abbianta a cioccolato, frutti di bosco, fragole. Risulta essere fresca e leggera nonostante la presenza del mascarpone.

Può essere utilizzata per accompagnare una torta morbida come il pan di spagna o torta paradiso ma, anche il pandoro o il panettone.

E’ la mia farcitura preferita per la https://buonappetit.net/2018/05/16/sponge-cake-o-victoria-sponge-cake/

Puo’ essere servita in bicchierini con qualche biscotto sbriciolato o preparare una versione piu’ leggera del Tiramisu.

E’ facile da preparare, non contiene uova e l’uso che potete farne in cucina e veramente ampio.

Vediamo insieme i pochi passaggi per realizzare questa deliziosa crema.

INGREDIENTI : 
  • mascarpone fresco 250 gr
  • Panna fresca 150 gr
  • zucchero a velo 80 gr
PROCEDIMENTO

versate la panna fresca liquida ben fredda in una ciotola; aggiungi metà dello zucchero a velo e iniziate a montare con le fruste elettriche. Quando sarà montata lasciare da parte in frigo. Nel frattempo mettete il mascarpone in una ciotola, versate il restante zucchero a velo e montate con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema morbida, cremosa e priva di grumi. A questo punto unite al mascarpone un paio di cucchiai di panna e amalgamala vigorosamente per renderlo più soffice. Aggiungi la restante panna, questa volta delicatamente, e avrai ottenuto la tua crema al mascarpone senza uova

CONSIGLI 

si conserva in frigorifero per massimo 2 giorni in un contenitore ermetico. Non può essere congelata

Se diminuite la dose della panna a 100 ml e aggiungete circa 50 gr di cioccolata sciolta a bagno maria avrete la crema al mascarpone al cioccolato.

Puo’ essere colorata con i coloranti alimentari senza alternarne il sapore o la consistenza.

Resiste bene anche fuori dal frigo e tiene bene le forme e le farciture

E’ la crema ideale per decorare dolci e cupcakes